ERIC’E’ MOBILITA’ SOSTENIBILE: ERICE BIKE PARK, ciclovia urbana, percorso pedemontano, bike sharing

  • Erice Mobilità Sostenibile
  • Erice Mobilità Sostenibile
  • Erice Mobilità Sostenibile
  • Erice Mobilità Sostenibile
  • Erice Mobilità Sostenibile

La ciclovia urbana: la via del Mare e la via della Montagna

Erice è attualmente percorsa da quasi 6 km di ciclovia urbana, che corre su strada, in corsie protette o indicate dalla segnaletica

La pista ciclabile è, secondo la definizione del Codice della Strada (CDS) una “parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi" (art. 3, punto 39). Può essere delimitata da una struttura spartitraffico o dalla segnaletica orizzontale, da strisce continue tracciate sul fondo stradale o sul marciapiede e dalle segnaletica verticale (cartelli stradali che segnalano l’inizio, la fine o il senso di marcia). 

Erice è attualmente percorsa da quasi 6 km di ciclovia urbana, che corre su strada, in corsie protette o indicate dalla segnaletica (occupando solo per il  20% circa della sua lunghezza la carreggiata stradale). Si tratta di un vero e proprio circuito, che si rivolge a tanti tipi diversi di utenza (turisti, cittadini, famiglie con bambini, etc.) e che consente una grande varietà di tragitti con la possibilità di modificare il proprio itinerario quasi ad ogni incrocio.  La ciclovia urbana può infatti essere utilizzata per raggiungere la scuola (sei diversi istituti collegati), il posto di lavoro, il supermercato, l’ospedale, il punto di attrazione turistica.

Sicurezza

Si tratta di una rete “protetta”, che alterna tratti in sede propria/riservata (bidirezionali o mono direzionali) con percorsi promiscui ciclo/pedonali anche contigui al marciapiede.  Le tratte di maggior conflitto con il traffico veicolare sono dotate di  barriere  di  protezione  realizzate con dissuasori metallici.  Tutti gli innesti sulla carreggiata sono protetti da segnaletica ridondante. Gli attraversamenti sono infine realizzati come da normativa del CDS, utilizzando il colore rosso come fondo stradale (particolarmente efficace nel segnalare la precedenza assoluta dei pedoni e dei ciclisti). 

Le due vie

La ciclovia urbana è percorribile in due sensi di marcia, procedendo lungo la “via del MARE” (in direzione del lungomare e delle spiagge) oppure lungo la “via della MONTAGNA”, in direzione della stazione della funivia e dei collegamenti con il percorso pedemontano.

CONSULTA LA MAPPA DELLA CICLOVIA URBANA

Il percorso PEDEMONTANO

Dal mare alla montagna (e viceversa) tra paesaggi mozzafiato e itinerari naturalistici

Il circuito  montano è di tipo promiscuo cicloturistico e consente di scegliere tra diversi itinerari, tutti ugualmente suggestivi e panoramici.   

Oltre  al meraviglioso borgo medioevale di Erice, il circuito collega molte altri punti di interesse: la chiesetta di  Piano Guastella, il Parco di Martogna,  il Monastero di  Sant’Anna,  le  strutture  della  Casa  Forestale,  etc.  

Il circuito presenta ovviamente maggiori difficoltà rispetto alla ciclovia urbana (vuoi per i dislivelli, vuoi per il manto sterrato). La  presenza  delle  stazioni  di ritiro-riconsegna  bike sharing,  fornite  di  biciclette elettriche a pedalata  assistita noleggiabili su abbonamento,  contribuisce comunque alla fruizione del circuito da parte del più ampio pubblico possibile

Inoltre va segnalata la presenza della funivia che collega la ciclovia urbana con il percorso pedemontano, ideale per coloro che non volessero affrontare la salita in bicicletta, preferendo ritirarla direttamente in centro storico (la stazione è ubicata di fronte la funivia).

CONSULTA LA MAPPA DEL PERCORSO PEDEMONTANO